Fair

La cooperativa sociale Fair nasce nel 2005 come pool di professionisti della cooperazione equosolidale, della comunicazione e della formazione. Fin dagli esordi Fair si occupa di sviluppare e divulgare filiere tessili sostenibili: lavora per tenere assieme il rispetto dei diritti del lavoro con quello dell’ambiente, la promozione di modelli di produzione basati sulla responsabilità sociale e il diffondersi di scelte d’acquisto etiche come abitudine quotidiana.

felpa equa etica ecologicaCol progetto Equofelpa ha messo in relazione le stiliste genovesi dello Spaventapasseri, la Rete nazionale dei Gas e il Rajlakshmi Cotton Projet, progetto pilota in India che coniugava l’esperienza di impresa con il commercio equo e solidale. Il risultato è stato la realizzazione e distribuzione su scala nazionale di un capo d’abbigliamento in cotone biologico ed equosolidale. A dimostrazione che è possibile produrre abbigliamento rispettando la salute e la sicurezza dei lavoratori, pagando salari dignitosi, evitando di utilizzare sostanze nocive per la salute e per l’ambiente.

l'albero della vitaCol progetto L’albero della vita ha promosso un accordo di produzione tra le stiliste genovesi dello Spaventapasseri e la comunità bengalese di Thanapara, che ha realizzato una linea di abiti da donna in cotone biologico ed equosolidale. Il progetto è servito anche per finanziare progetti di formazione (computer training center) presso il Thanapara Swallows Development Project

Fair LifeCol progetto FairLife, svolto in collaborazione con la centrale italiana di commercio equo Liberomondo, Fair ha introdotto nel circuito equosolidale italiano il tessile casa in cotone biologico (asciugamani, lenzuola, federe). I prodotti sono stati realizzati in India dal Rajlakshmi Cotton Project.
Oltre ai prodotti, sono stati realizzati alcuni dossier informativi sulle problematiche sociali e ambientali della produzione del cotone e della sua commercializzazione nel mercato internazionale.

Con Justa Trama – rete di cooperative dell’economia solidale brasiliana che coinvolge tutta la filiera tessile, dal campo al prodotto finito – selezionato come principale fornitore di filato di cotone per il progetto Made in No, Fair ha anche sviluppato Justa. Questo progetto ha fatto realizzare borse e polo in cotone biologico, in un design che utilizza le varianti di colore del cotone nativo (ecrù e marrone) per realizzare capi totalmente ecologici.

Campagna Abiti PulitiVa inoltre ricordato che Fair è tra i partner promotori della Campagna Abiti Puliti (www.abitipuliti.org), nata per migliorare le condizioni e sostenere il rafforzamento delle donne e degli uomini al lavoro nel settore tessile e abbigliamento globale. Dal 1989 la Clean Clothes Campain si impegna per assicurare il rispetto dei diritti fondamentali dei lavoratori attraverso la sensibilizzazione e la mobilitazione dei consumatori, la pressione sulle imprese e i governi.